Partita Tamai – Nuova Verolese

Articoli tratti da IL GAZZETTINO del 11 gennaio ’10

Tamai-Nuova Verolese 2-0

GOL: st 5′ Spetic, 7′ Quell’Erba

TAMAI: Esposito 6,5, Dal Cin 6, Zuliani 6, Talazzo 6,5, Visalli 7, Zanette 6,5, Salgher 6,5 (st 40′ Giacomini s.v.), Giglio 6, Quell’erba 6,5 (st 40′ Costa s.v.), Zambon 7, Spetic 6,5 (st 44′ Candotti s.v.). Allenatore: Birtig (squalificato)

NUOVA VEROLESE: M. Bianchi 5,5, Marchesini 5,5, Danotti 5,5, Rondinella 5,5, Pelati 6, Priori 5,5, Alle 6 (st 29′ Aloisio s.v.), Prandelli 5 (st 10′ Zanola 5,5), P. Bianchi 5, Bodini 5,5 (st 17′ Davide 5,5), Biancospino 5,5. Allenatore: Piovani

ARBITRO: Tesi di Pistoia 6,5

NOTE: ammoniti Salgher, Rondinella, Priori e Biancospino

 

Grazie ad un avvio di ripresa fulminante il Tamai, nonostante le numerose assenze, supera la Nuova Verolese ritornando così al successo. Eppure a partire meglio sono gli ospiti. L’occasione per raccogliere quanto seminato dall’11 di Piovani arriva dopo appena 8′. A dare il la all’azione è Bodini, che con grande intelligenza legge l’incertezza della retroguardia tamaiota, per sorprendere la coppia Zanette – Talazzo con una morbida scucchiaiata a spianare la strada a Pietro Bianchi. Il centravanti ospite, abile a scattare sul filo del fuorigioco e ad involarsi verso la porta di Esposite, fa tutto bene poi però a tu per tu con l’estremo avversario prova a saltarlo in dribbling, Esposito non si fa ipnotizzare e stoppa Bianchi con i piedi, neutralizzando definitivamente la chance. La paura per il rischio occorso sveglia immediatamente il Tamai. La replica dei padroni di casa arriva infatti dopo appena 4′. Quell’Erba trova spazio sulla sinistra e serve in mezzo Zambon, che dal limite mira il palo più lontano ma non riesce a dare potenza al sinistro, facile preda per M. Bianchi. Ormai sono solo le Furie rosse a fare la partita. Al 23′ ancora uno spunto di Zambon. Questa volta è il numero 10 ad ispirare Quell’Erba, che azzarda una palombella di testa cercando di beffare Bianchi, bravo a non farsi scavalcare. Tamai ancora pericoloso 3′ più tardi. Giglio scodella al centro dalla bandierina, Talazzo svetta più in alto di tutti mandando di un soffio alto sopra la traversa. L’angolo che conta però è quello del 5′ della ripresa. A piazzare in mezzo è sempre Giglio ma ad alzarsi per l’incornata vincente è Spetic, che piazza la sfera all’angolino basso alla destra di Bianchi. Passano appena 2′ ed il Tamai chiude i giochi con Quell’Erba, che corregge in rete da una manciata di passi una sfera filtrata tra una selva di gambe. La Nuova Verolese accusa pesantemente il colpo perchè non è più in grado di reagire ed il Tamai amministra sino al termine

 

Zambon anima dell’attacco, Bianchi si lascia ingannare

I PIÙ

Zambon: È l’anima dell’attacco tamaiota. Nel primo tempo sono suoi gli spunti più interessanti.

Quell’Erba: Parte in sordina, scatena nella ripresa, mantenendo in costante apprensione la retroguardia avversaria.

Visalli: Grande partita di sostanza e qualità. Praticamente perfetto in difesa dove presidia senza sbavature la propria fascia.

Migliora solo il Tamai, cominciando bene il nuovo anno. Alla 19. giornata le Furie tengono il passo spedito di chi sta sul podio, senza allontanarsi oltre dalle vincenti Este e Montichiari. Il successo pieno è arrivato sulla Nuova Verolese, che all’avvio sembrava una candidata almeno ai play off se non oltre, mentre ora si trova in mezzo al gruppone. La squadra di Birtig continua a reggere il ritmo delle battistrada, ad essere la migliore delle regionali, a proporsi come squadra da terzo posto. Il quarto si è ulteriormente distanziato