6R Campodarsego – TAMAI 2-0

Campodarsego – Tamai 2-0
GOL: pt 2′ Calì; st 8′ Annoni
CAMPODARSEGO: Voltan, Boscolo Bisto, Acquistapace, Callegaro (st 32′ Cavallini), Montin, Calcagnotto, Annoni (st 32′ Nikolopoulos), Finazzi, Calì, Tonelli (st 47′ Mazzucca), Amadio. All. Andreucci
TAMAI: Pirana, Donadello (st 24′ Pertoldi), Pramparo, Marmiroli, Ghosheh, Colombera, Farinon (st 12′ Tamponi), Borgobello (st 12′ Crivaro), Urbanetto, Consorti, Arcon. Al. Lenisa
ARBITRO: Delli Carpini di Isernia; assistenti: Castaldo di Frattamaggiore e Chichi di Palermo
NOTE: ammoniti Ghosheh, Urbanetto, Pertoldi, Boscolo Bisto. Espulsi all’80’ Ghosheh e Calì. Recupero pt, st. Angoli 4-8.

CAMPODARSEGO – La venticinquesima giornata vede il Tamai andare di scena in casa della capolista, fino a qui indiscussa, del girone C.
Recuperano dall’influenza Ghosheh e Crivaro, ancora ai box Zupperdoni. Rinunciano dell’ultimo minuto anche per Pessot, costretto a dare forfait nel riscaldamento per un piccolo risentimento muscolare: dentro allora Donadello e Pramparo spostato centralmente.
Parte forte il Campodarsego che dopo soli 2′ è già in vantaggio. La difesa non riesce ad allontanare il pallone vagante in area dopo un calcio d’angolo. Calì se lo ritrova tra i piedi e da pochi passi concretizza l’1-0.
La squadra di Andreucci gestisce bene il possesso palla ed il Tamai non riesce ad intralciare la manovra.
Primi segnali intorno alla mezz’ora con Consorti che ci prova dalla distanza e con Borgobello che, ben innescato da Arcon, sciupa una discreta occasione calciando alto sopra la traversa.
Al rientro dagli spogliatoi, il Campodarsego così come a inizio partita, allunga subito il passo.
Prima Annoni va vicinissimo al gol con un diagonale dal limite dell’area. Poi all’8′ corregge la mira e servito da uno splendido filtrante di Tonelli, insacca alle spalle di Pirana a tu per tu con il portiere.
Le Furie non mollano e al 15′ sfiorano la rete con una combinazione tra i due centrali di difesa. Ghosheh fa la torre ma Colombera con il piede alza troppo la palla, lasciato solo in area piccola.
Rischia e non poco, la squadra di Lenisa poco dopo. L’indecisione tra Pirana e Ghosheh rischia di diventare fatale ma fortunatamente, gli attaccanti avversari non trovano la porta.
Squadre rimaneggiate al 35′. Un modesto parapiglia induce l’arbitro ad estrarre un rosso per parte: fuori Ghoseh e Calì.
Nel finale ancora una chance di ridurre le distanze ma Pertoldi, pescato con un preciso corner di Pramparo, mette fuori di testa da due passi.
Non era facile fare risultato in casa della capolista e non era questa la partita fondamentale su cui concentrare la rincorsa. Domenica arriva al Comunale il Legnago, seconda forza del campionato. L’obiettivo è vendicare il 2-1 dell’andata. Suu rossi su!!!

PIÙ E MENO

+ La sconfitta a Campodarsego non è pugno nello stomaco. Il Tamai costruisce e non soccombe, provando in più occasioni ad andare vicino alla rete. Alcune assenze hanno dovuto far riprogrammare le idee al mister, ma con questa mentalità bisogna tener botta.

– La caratura dell’avversario era ben nota ma tuttavia questo non deve fungere da scusante. Almeno un paio di nitide occasioni sono state fallite ed è anche su questi “dettagli” che si costruiscono punti e prestazioni. Nota stonata anche l’espulsione diretta di Ghosheh.

Fabrizio Sacilotto

Intervista post partita

Torna da Campodarsego con la valigia vuota il Tamai. La sconfitta, pur preventivabile, non scoraggia la squadra di Lenisa. La partita è stata giocata a viso aperto e il pareggio, con un pizzico di fortuna e qualche episodio favorevole, non avrebbe fatto gridare allo scandalo.
Che Tamai è stato contro la prima della classe?: “Abbiamo giocato una partita tutto sommato discreta – commenta al termine dei 90′ il tecnico – Magari un po’ sottotono rispetto alla scorsa uscita contro l’Adriese ma non è nemmeno facile tenere il livello così alto contro avversari simili. È stata una partita un po ‘strana, nel senso che abbiamo subìto il gol dopo 2’ con Calì che si è ritrovato il pallone tra i piedi e non so se la sua posizione fosse regolare o meno. Detto ciò abbiamo reagito con una buona chance di Borgobello e nel primo tempo non abbiamo rischiato particolarmente. Nella ripresa loro hanno segnato dopo pochi minuti anche se appena prima avevano sfiorato la rete con un bel taglio di Annoni. Il Campodarsego è una squadra importante, giocano a calcio, sanno difendersi e ripartire. Tutto sommato però, a livello di occasioni, paradossalmente siamo stati quasi noi più pericolosi”.
Domenica al Comunale, arriva il Legnago, seconda forza del campionato. Probabilmente non ci si dovrà aspettare un avversario tanto diverso: “Si, anche loro sono una squadra con qualità importanti, che aggredisce molto alto e ci può mettere in difficoltà. Noi dovremmo fare la nostra gara con compattezza e mentalità. Oggi una nota stonata è stata l’espulsione di Ghosheh e la sua assenza sicuramente sarà importante”.
A proposito di assenze, oggi il forfait all’ultimo minuto di Pessot ha dovuto far rivedere alcune cose. Zupperdoni è pronto?: “Si, Pessot durante il riscaldamento si è fermato per l’accentuarsi di un problema muscolare accusato in settimana. Spostando Pramparo centrale, abbiamo perso potenza sugli esterni visto appunto l’assenza anche di Zupperdoni. Matteo ha cominciato ad allenarsi e spero di poterlo a disposizione per la prossima partita”.

Fabrizio Sacilotto