Partita Tamai-Palazzolo

Articolo tratto da IL GAZZETTINO del 26 ottobre’09

Tamai-Palazzolo2-1

GOL: st 12’ e 41’ Zanetti, 49’ Alberti.

TAMAI: Lodolo 6, Dal Cin 6, Zanette 7.5, Visalli 6.5, Zuliani 6; Spetich 6.5, Giglio 6, Paolini 6 (st 43’ Talazzo s.v.); Zambon 6 (st 35’ Dalla Torre s.v.), Grop 6 (st 19’ Albanese 6), Zanetti 7.5.All. Birtig.

PALAZZOLO: Zaina 7, Leonardi 6, Danesi 6, Defendi 6, Onoei 6; Fusari 6, Ghidini 6 (st 23’ Donati 6), Fenaroli 6; Paris 6 (st 1’ Petralia 6), Alberti 6.5; Franceschetti 6 (st 14’ Baldassarre 6). All. Cartesan.

ARBITRO: Ceccato di Bassano del Grappa 6.
NOTE: spettatori 250. Angoli 6-2. Ammoniti: Fenaroli e Fusari

 

Zanette e Zanetti: su questa asse il Tamai costruisce vittoria e primato in classifica. Perfetto in difesa il primo, implacabile nei 16 metri il secondo, alla terza doppietta stagionale. L’ex capolista Nuova Verolese, nel frattempo, si è fatta battere in casa dal Belluno. Non si esalta, il Borgo dei Verardo, abituato a guardare in passato tutti dall’alto in basso. Un primato giusto, che premia la serietà della società, la perfetta campagna acquisti di Renzo Nadin e la gestione dello spogliatoio di Gian Luca Birtig. Mettere sotto il Palazzolo è stato più difficile del previsto, per un Tamai privo di Nonis. L’avvio delle Furie Rosse è “furioso”. Tre occasioni nitide nei primi 4’. Sulla prima conclusione di Zanetti (2’) si esalta subito Zaina. Splendida triangolazione Paolini-Grop-Zambon al 3’, macchiata da eccessi d’altruismo. Al 4’ segna Grop di testa, sugli sviluppi di un angolo. Annulla Ceccato su segnalazione del collaboratore. Respira il Palazzolo e non corre altri rischi sino al 19’, quando Zaina alza in angolo una botta di Grop assistito da Zambon. Gioca solo il Tamai. Il team di Cartesan contiene come può. Al 37’ il vantaggio dei rossi sembra cosa fatta. Grop recupera palla e libera Zanetti solo davanti a Zaina. Sull’uscita del portiere il bomber alza troppo la mira. Primo tiro (su piazzato) degli ospiti al 39’, con Franceschetti. Lodolo respinge. Assedio dei rossi in avvio di ripresa. Grop, Spetich e Zanetti non hanno fortuna. Il gol arriva finalmente al 57’, quando Zanetti gira al volo alle spalle di Zaina un cross di Spetich. Il Palazzolo cerca di salire, ma le Furie non mollano. Splendida azione personale di Zanetti al 73’. La conclusione è parata in tuffo da Zaina. Una distrazione dei padroni di casa all’84’ consente al neoentrato Donati di battere solo davanti a Lodolo. La sfera vola altissima. Subito dopo il raddoppio, firmato ancora da Zanetti, che devia al volo un assist perfetto di Dalla Torre. Fine del match. Il punto della bandiera dei lombardi, firmato da Alberti (94’), arriva a giochi ormai fatti.

Comandano le Furie di Tamai

Silenzio, comanda nuovamente il Tamai. Con una doppietta di bomber Zanetti, annacquata nel finale dal gol del fanalino di coda Palazzolo, Birtig riporta le Furie Rosse in testa alla classifica. Vincere con le ultime è sulla carta più facile, quando viscidamente pericoloso per la sottovalutazione. La maturità prima della tonicità muscolare rende possibile vedere il Tamai davanti a tutti ancora per un po’. Statisticamente, all’andata a Tamai si gioisce spesso. Vedremo in primavera, come racconta la storia.

 

 

Articolo tratto da IL MESSAGGERO del 26 ottobre ’09

Il Tamai non si ferma: è di nuovo primo

Com’è dolce il settimo successo stagionale. Il Tamai supera nel nono turno di serie D il fanalino di coda Palazzolo grazie a una doppietta di Zanetti (2-1 il risultato finale) e, complice il ko della Nuova Verolese a Belluno, balza al comando della classifica in solitaria. Non finisce proprio di sorprendere, insomma, la squadra di Birtig. Da record. Ventidue punti nelle prime nove gare di campionato. Mai, nella sua storia in serie D, e quindi dal 2001-2002, il Tamai era partito così forte. Un avvio bruciante che ha conosciuto il culmine ieri, di fronte ai propri tifosi, con il Palazzolo. Successo più primato in solitaria con due punti di margine: da favola. E la firma è sempre quella di Niccolò Zanetti. Il centravanti mobiliere, infatti, ha steso i bresciani con la seconda doppietta di fila. Una rete in apertura di ripresa e una al tramonto della gara. In totale fanno otto gol, che valgono la vetta della classifica cannonieri in solitaria. Insomma, Tamai due volte primo. Non si può proprio chiedere più a questa straordinaria squadra.