Delta Tamai 0-2

Prova di forza da parte dei ragazzi di mister Bisioli in quel di porto Tolle al cospetto di una squadra in serie positiva da 5 giornate. Tutto sembra girare per il verso giusto da quando è stato deciso il cambio di modulo, ma i numeri in se non bastano se in campo non viene messa la giusta grinta e determinazione. Adesso non fermiamoci e continuiamo così!

Delta Rovigo - Tamai 0-2
GOL: pt 4' Giglio, 10' Maccan
DELTA ROVIGO: Bala, Capogrosso, Tarantino, Roveretto (st 1' Albert), Gattoni, Karapici, Dalla Vedova (st 8' Presello), Arvia (st 30' Gherardi), Fissore, Menini (st 13' Selimi), Vuthaj (st 1' Pasi). All. Tessarin
TAMAI: Zonta, Russian, De Biasi, Faloppa (st 49' Colombera), Cudicio, Pignat (st 44' Furlan), Alcantara (st 18' Bezzo), Poletto, Maccan, Giglio (st 46' Nadal), Sellan (st 34' De Anna). All. Bisioli
ARBITRO: Catani di Fermo; assistenti: Voytuk di Ancona e Cardinaletti di Jesi
NOTE: ammoniti Pignat, Karapici, Vuthaj, Fissore, Gattoni. Angoli 3-1.
 
ROVIGO - Reduci dall'importante vittoria nello scontro diretto, i ragazzi di mister Bisioli vanno a Rovigo per sfruttare la scia positiva e continuare ad assemblare mattoncini importanti per lasciarsi alle spalle la zona playout.
Difronte un avversario in salute, imbattuto da 6 partite nelle quali ha portato a casa 4 vittorie e due pareggi. Il segno "x" è stato proprio il risultato della gara di andata, ma nel proprio campo, gli uomini di Tessarin hanno solo vinto o perso.
Le furie tengono alte il loro soprannome e l'avvio di gara è il migliore della stagione. Dopo soli 4', Alcantara scodella nel mezzo un cross morbido, Pignat in anticipo sul primo palo allunga la traiettoria e Giglio a centro area, ha il tempo di mirare l'angolino e trovare la rete con un colpo di testa preciso (foto in copertina). La dedica è rivolta a Lorenzo Andreatta, che per motivi di lavoro sarà costretto a lasciare la squadra e trasferirsi a Londra.
L'avversario è stordito e i ragazzi ne approfittano per sferrare il secondo affondo. Faloppa lancia dalle retrovie, Maccan spizza per Alcantara che chiude il triangolo e restituisce palla, destro verso l'angolo opposto e palla in rete per lo 0-2. 
Anche con la Vecomp l'avvio di partita fu letale ma in questo caso, il cronometro segna solo 10' con il parziale a nostro favore.
Il Tamai è padrone della manovra e il Delta si affaccia in modo sterile dalle parti di Zonta. Prima ci prova Capogrosso con un tiro da fuori che termina alto. Poi Riccardo è attento al 34' sulla conclusione di Gattoni, deviando in corner. Proprio sugli sviluppi del calcio d'angolo l'unico vero pericolo, con Zonta decisivo a salvare su un colpo di testa di Fissore destinato al gol.
Sull'altro fronte, Bala imita il collega di reparto sventando una conclusione improvvisa di Giglio che stava per infilarsi a fil di palo.
In avvio di ripresa subito due cambi per i padroni di casa. Fuori Roveretto e Vuthaj e dentro al loro posto Albert e Pasi.
Il Delta prova a rientrare in gara, ma i ragazzi tengono bene il campo senza lasciare spazio alle iniziative degli avversari.
È proprio il Tamai infatti, ad andare vicino alla terza segnatura al 27'. Maccan riceve da Pignat e si invola sulla sinistra, sguardo in mezzo per l'accorrente Sellan e tiro dal limite che esce di un soffio, a portiere ormai battuto.
C'è spazio anche per il neo arrivato De Anna, che subentra proprio a Sellan e sul finale di gara prova ad entrare nel tabellino marcatori. Pregevoli le iniziative ma in entrambi i casi il pallone termina di poco alto.
Prima del fischio finale il colpo di testa del neo entrato Gherardi che scheggia la parte alta traversa e finisce sul fondo.
Vittoria convincente dei ragazzi, che dopo aver sconfitto la Clodiense, si impongono con il medesimo risultato ai danni del Delta Rovigo. Quattro gol fatti e zero subiti nelle ultime due uscite rappresentano un buon segnale. Il nuovo modulo si sposa bene con le caratteristiche dei ragazzi e dà solidità e concretezza in attacco. Domenica a Tamai arriva l'Ambrosiana, per un altro scontro diretto. Suu rossi su!!!
 
PIÙ E MENO 
 
+ La trasferta di Rovigo infonde entusiasmo e fa segnalare diversi aspetti positivi. Uno tra questi è sicuramente la solidità difensiva, dettata dall'ormai collaudato 3-5-2 che consente di rischiare meno senza al tempo stesso togliere supporto alla manovra offensiva. Tra i "più" quindi emerge in toto il pacchetto arretrato. Bene anche Poletto, ottimo in fase di interdizione nel secondo tempo, a protezione della difesa.
 
– Il secondo 2-0 consecutivo non lascia spazio a considerazioni negative. Risultato rotondo e convincente che per trovare il cosiddetto pelo nell'uovo, nella seconda frazione poteva essere ancor più largo.
 
Fabrizio Sacilotto 
 
Interviste post partita
Il terzo risultato utile consecutivo e la seconda vittoria di fila, iniziano ad essere un bel segnale. È raggiante mister Bisioli, sicuramente soddisfatto dei suoi ragazzi: << siamo molto contenti, sia per il risultato, sia per la continuità che abbiamo espresso dopo l'ultima gara con la Clodiense. È stata una bella prova di sostanza e autorevolezza, è chiaro che i risultati ci danno fiducia e maggior consapevolezza di noi stessi>>. Il 3-5-2 sembra essere diventato a tutti gli effetti il vestito giusto per la squadra: << si, il modulo ci consente di essere più solidi dietro e infatti è da due partite che non subiamo reti e siamo soddisfatti. Dobbiamo dare continuità e aver fiducia che i risultati continuino ad arrivare >>. Domenica arriva l'Ambrosiana: << sarà l'ennesima battaglia. In trasferta la squadra ha ottenuto spesso risultati importanti e adesso dobbiamo continuare anche davanti ai nostri tifosi. Per adesso ci godiamo la vittoria e da martedì si inizia a pensare ai nostri prossimi avversari >>.
 
Fabrizio Sacilotto