Virtusvecomp Vr - Tamai 1-3

Brutti presagi accompagnavano questa decima giornata che vedeva i nostri ragazzi giocare in casa della prima in classifica. Sembravano pochi due giorni per recuperare le fatiche e le delusioni patite dopo la pesante sconfitta di domenica in casa con il Calvi. Giusti erano i richiami di Mister Bisioli al diverso atteggiamento che la squadra avrebbe dovuto tenere in campo per evitare di finire sconfitti ancora prima di iniziare...e la risposta delle Furie è stata encomiabile! Complimenti e avanti così anche le prossime giornate...

VIRTUSVECOMP VERONA - TAMAI 1-3

GOL: pt 3' Russian, 15' Maccan; st 14' rig. Alba, 36' Maccan

VIRTUSVECOMP: Sibi, N'ze Kouassi (st 31' Pedrinelli), Acri (pt 31' Demian), Speri (st 9' Trinchieri), Rossi, Alba, Cattivera, Burato, N'Cede Goh, Danti, Manarin (st 28' Grbac). All. Fresco

TAMAI: Andreatta, Giacomini, Russian, Faloppa, Cudicio, Montagner, Alcantara (st 40' Cramaro), Poletto, Maccan, Giglio (st 46' Nadal), Bezzo (st 33' De Biasi). All. Bisioli

ARBITRO: Scarpa di Collegno; assistenti: Dajci di Cesena, Sugamiele di Cesena

NOTE: ammoniti Faloppa, Giacomini, Cudicio, Rossi, Montagner, Sibi. Recupero pt 1, st 5'. Angoli 12-7

VERONA - F E N O M E N A L I. Compiono l'impresa i ragazzi di mister Bisioli, che sul terreno della capolista Virtus Vecomp sono capaci di imporsi per 1-3. Risultato straordinario per le furie, alla luce di un periodo non brillantissimo, dove nelle ultime 7 gare i 3 punti erano arrivati solo nella gara contro la Liventina. Prestazione superba, con un avvio rampante e culminata con la doppietta di Denis Maccan che a 10' dalla fine ha sigillato il risultato. 

Come detto, la partenza è a razzo. Dopo soli 3' Russian approfitta di un'uscita a vuoto di Sibi e di testa realizza il vantaggio. Difensore con il vizio del gol Gioele, per lui la terza rete stagionale dopo aver timbrato con Clodiense e Ambrosiana.

Il vantaggio carica i ragazzi che prima del quarto d'ora raddoppiano. Bezzo disegna la parabola, dove il solito Maccan di testa si dimostra ancora una volta un terminale letale.

La risposta dei padroni di casa arriva dai piedi di N'Cede Goh ma il suo tiro non inquadra lo specchio di porta.

Dopo una fase di stallo, sul finire di tempo arriva un'occasione per parte. Prima ancora Russian di testa riprova a sorprendere Sibi, che questa volta disinnesca con reattività. Poi è la Virtus al 43' ad andare vicina alla rete con Manarin. Il palo ferma il numero 11 e ci permette di andare a riposo sullo 0-2.

Come prevedibile, in avvio di ripresa la Virtus ha una reazione d'orgoglio e al 14' riesce ad accorciare. Giacomini commette un dubbio fallo su Trinchieri, da poco subentrato a Speri. L'arbitro indica il dischetto e Alba spiazza Andreatta per l'1-2. Il mister locale mischia le carte per recuperare il risultato, ma sono le furie ad avere il guizzo decisivo. 

Ci pensa ancora Denis Maccan a chiudere i conti al 36'. De Biasi galoppa sulla fascia partendo dalla difesa, cross lungo a scavalcare il portiere e zuccata per la rete della resa finale. Ora la testa ad un'altra sfida ostica contro il Mantova, fermato oggi sul suo campo dall'Arzignano. Questo l'atteggiamento giusto, risultato importante che dà  morale e consapevolezza dei propri mezzi. Suu rossi su!!

PIU' E MENO

+ Con una prestazione del genere è facile premiare tutto il collettivo. Una vittoria sensazionale del gruppo, su un terreno proibitivo dove nessuno fino ad ora non era stato in grado di raccogliere nemmeno un punto. Menzione speciale per gli autori delle reti. Gioele, perché oltre a difendere dimostra di saper essere decisivo anche davanti. Denis, perché autore di una doppietta da trascinatore contro la capolista, che assume ancor più valore in quanto ha capitalizzato quanto di buono ha realizzato tutta la squadra.

- Non ci sono aspetti negativi nella prestazione odierna. Vincere sul campo della capolista è una splendida prova di forza che rilancia le ambizioni delle furie.

Fabrizio Sacilotto


Interviste post partita
E il volto della felicità  mister Bisioli a fine partita. I suoi ragazzi ritornano dalla trasferta veronese con 3 punti in più, che in ordine consequenziale, non rappresentano forse la soddisfazione principale. Gioco, carattere e dinamismo oggi l'han fatta da padrone, in un match apparentemente proibitivo e in un campo mai violato. <<Certo che sono soddisfatto - commenta fiero il tecnico - oggi abbiamo vinto su un campo molto difficile battendo la capolista. E' stata una vittoria di squadra, con un risultato rotondo sebbene ovviamente la Virtus nel secondo tempo abbia provato a rimettere in pari la gara>>. Qual è stato il segreto per portare a casa un risultato del genere? << La squadra ha ritrovato compattezza, umiltà  concentrazione e carattere, ingredienti fondamentali per affrontare partita dopo partita. Sono contento perchè la mentalità  è stata quella giusta ed era venuta un po' a mancare ultimamente>>. Nonostante la vittoria netta e i facili voli pindarici, mister Bisioli predica calma e resta con i piedi per terra: <<la vittoria è importante per continuare sulla nostra strada per la salvezza. Al tempo stesso magari abbiamo riaperto il campionato per altre squadre, ma noi dobbiamo concentrarci sul nostro obiettivo per piano piano risalire la china>>. In chiusura, una battuta sul Mantova, prossimo avversario: <<ci aspetta un'altra battaglia contro una squadra ostica. Hanno avuto un avvio un po' difficile dovuto a trambusti societari ma si sono ripresi bene e hanno degli elementi molto importanti. Noi dobbiamo mantenere questo atteggiamento e possiamo fare bene>>.

Fabrizio Sacilotto