Tamai-V.V.Verona 25-10-2015.-25

Diaw firma la vittoria contro la Virtus Vecomp Verona.

Nel giorno del 51° compleanno di mister De Agostini, al Comunale di Tamai affrontiamo una delle candidate al vertice del torneo. Avversari mostrano  un undici muscolare da un lato e tecnico dall’altro, forte sul pressing e veloce nelle giocate a terra. Temibili i cross che arrivano dalla sinistra: Peresson deve mettere i pugni su una conclusione ravvicinata di Cerigoi mentre in un altro paio di situazioni la sfera sorvola pericolosamente l’area senza trovare una deviazione. La squadra tuttavia regge bene l’urto. Il primo a impensierire l’estremo  avversario è Davide Furlan che raccoglie lo scarico dopo una bella azione tra Diaw e Sellan. Con il corpo leggermente sbilanciato però non riesce ad inquadrare. Seguono un tiro da fuori avversario sventato dal sempre attento Peresson e un colpo di testa centrale in volo d’angelo di Perfetto. L’azione più pericolosa sul finire con Diaw che su un frettoloso disimpegno avversario prova il piatto-pallonetto sul palo opposto a portiere battuto ma non inquadra.

De Agostini: “Nel secondo tempo siamo scesi più attenti e concentrati lasciandoci alle spalle l’approccio timido della prima frazione”.
Inizio con la Vecomp Verona che cerca di tenere alto il ritmo ma è il nostro undici a prendere campo alzando il baricentro e giocando palla a terra in velocità a partire dal centrocampo fino ad arrivare più volte in area avversaria. In una di queste (ci hanno provato allo stesso modo Furlan, Kryeziu e Concas), si concretizza il vantaggio (27’). Dopo un’azione insistita nei pressi dell’area avversaria la sfera viene scaricata esternamente per Diaw che con un potente e preciso rasoterra infila il portiere avversario nell’angolino (un gol che sa tanto di regalo di compleanno). Poco dopo Sellan, nei pressi dell’area piccola, trova di testa lo stacco superando il marcatore e girando la sfera sul palo opposto. Il portiere è in controtempo, ma la sfera finisce di poco a lato. Brivido nel finale, con una bordata di Frinzi dalla trequarti; Peresson è attento e spedisce in angolo con la solita gran parata domenicale.

Finisce uno a zero, risultato legittimato con una seconda frazione di spessore nella quale ci siamo proposti in area avversaria più volte, concedendo il minimo possibile, il tutto con il proverbiale temperamento (a sugellare il tutto i complimenti del mister avversario Fresco).  

 

Alcune foto della partita

 

TAMAI – VIRTUS VECOMP VERONA 1-0

Marcatori: 32’ st Diaw.

TAMAI
Presson, Bozzetto, Bignucolo, Giacomini, Furlan, Faloppa, Kryeziu (44’ st Ursella), Petris, Sellan (42’ st Perin), Perfetto (25’ st Concas), Diaw.
A disp. Carniel, Milan, Danieli, Tuan, Righini, De Poli.
All. Stefano De Agostini

VIRTUS VECOMP VERONA
Tebaldi, N’ze, Peroni, Rossi, Allegrini, Frinzi, Santuari, Burato (30’ st Pedrinelli), Verdun (12’ st Vesentini), Mensah, Cernigoi (18’ st Alba).
A disp. Cargnel, Armani, Lechthaler, Joketic, Boateng, Maccarone.
All. Paolo Fresco.

Arbitro e assistenti: Enrico Bertozzi (sez. Cesena), Mario Fedele (Forli') e Diego Ferro (Ferrara). 

Note. Ammoniti: Bozzetto, Diaw, Petris (T); Peroni, Frinzi, Rossi, Mensah (V). Espulsioni: Bozzetto al 40’ st fallo di reazione. Recuperi: pt 1’; st 4’.