Tamai-Sacilese-7

Derby: pari ben oltre lo scadere dopo un’invenzione di Stiso.

 

Mister De Agostini: “La palla è rotonda, peccato solo per non aver sfruttato le occasioni e aver chiuso prima la partita”.

Se da un lato la palla è rotonda dall’altro a metterci il carico è l’effetto derby (innanzitutto nei parcheggi pieni nonostante la costante fitta pioggia che è proseguita ben oltre la fine della partita). Non importa se prima della partita il Tamai è in 8° e la Sacilese ultima in classifica, sul campo il carico motivazionale elimina qualsiasi posizione.

Passano 8’ e la Sacilese è in vantaggio. Tiro di Villanova deviato involontariamente da Giacomini che alza la traiettoria finale della sfera. Peresson in tuffo basso viene scavalcato. Pareggio al 24’. Tiro di Paladin da fuori area deviato in agguato c’è Sellan il quale con una scivolata rimette i conti in pari (poco prima aveva anche centrato una traversa di testa). Lo stesso Sellan dovrà poco dopo uscire (38’) per una forte contusione, al suo posto De Poli.

Proprio De Poli sigla il vantaggio al 12’ del secondo tempo con un primo tiro respinto e in seconda battuta (dopo aver atteso con la palla tra i piedi quel tanto che basta per avere la visuale libera) deposita in rete. Verso la mezz’ora occasionissima per aumentare il vantaggio. Dopo un ribaltamento di fronte e cross dal fondo, la sfera arriva in centro area e il “rigore in movimento” centra un difensore avversario che si trovava in traiettoria. Nei minuti finali lasciamo (senza amministrare il vantaggio) troppo incautamente campo e gioco alla Sacilese che si rende pericolosa soprattutto dalla bandierina. Surreale quello accade invece al 50’, con Furlan a bordo a campo che non riceve l’ok per rientrare dal direttore di gara (era stato soccorso poco prima per uno scontro in area). Stiso accende la lampadina e sguscia senza troppo affanno dal centrocampo palla al piede, carica il tiro dai 40 metri e manda la sfera sotto l’incrocio dei pali.

Che dire, un punto stretto per le occasioni, sul campo la solita “fatica” ad amministrare o meglio chiudere le partite quando è il momento; dall’altra parte un avversario temibile che ha creduto nel pareggio fino alla fine. Complimenti di merito a Stiso per il gran gol messo a referto e al pubblico presente (presenza di certo non incentivata dalle condizioni meteo) che ha fatto respirare “aria” di derby nei confini  della sportività.

TAMAI - SACILESE 2-2

Marcatori: p.t. 6' Villanova, 24' Sellan; s.t. 12' De Poli, 50' Stiso.

TAMAI
Peresson, Bozzetto, Bignucolo, Giacomini, Ursella, Faloppa, Concas (25' st Tuan), Petris (36' st Furlan), Sellan (38' pt De Poli), Paladin, Perfetto.
All. Saccon Luca

SACILESE
Andreatta, Peressini (37' st Craviari), Canzian, Dal COmpare, Bello, Guizzo (24' st Gnago), Pederiva, Stiso, Barattin (5' st Grion), Villanova, De Martin.
All. Siletti Pietro

Arbitro e assistenti: Scordo (sez. Novara), Scappini e Faccioni (entrambi Legnago).

Note. Ammoniti: Paladin, De Poli, Ursella, Tuan, Bozzetto (T); Stiso, Canzian, Villanova, De Martin (S). Recuperi: p.t. 4', s.t. 4'+2'.