Coppa Italia
Coppa Italia

Tamai - Delata Porto Tolle 1-0.

Prosegue il cammino in Coppa Italia per le Furie Rosse.

Il gol che decide la partita agli inizi del secondo tempo da gioco da fermo. Calcio d'angolo, Dal Bianco alla battuta con la sfera che sorvola la difesa, direzione secondo palo. Sellan il più lesto di tutti a ribattere di testa con la sfera che rimpalla sulla traversa, tocca terra carambola sulla schiena del portiere avversario Vimercati e termina la sua corsa in rete.

Delta Porto Tolle formazione proveniente dall'ex campionato di Serie C2, pur con squalificati e "big" tenuti a riposo in panchina mostra il suo potenziale. Tamai inizialmente prende le misure poi si affaccia in area avversaria con più insistenza. Sellan molto attivo lotta e spesso si trova a far da sponda per le incursioni pericolose dei soliti Furlan e Zambon. Un rigore tuttavia potrebbe dare la svolta a favore del Tolle, ma un monumentale Peresson nega la gioia del gol a Lauria. Nella ripresa Furie di rimessa riescono a ridurre la forza d'urto della formazione di Rovigo e si rendono in più occasioni pericolose nel fronte d'attacco. 

Tamai accede ai 32esimi di finale della Coppa Italia Serie D.

 

Sellan
Marco Sellan autore del gol partita in un'azione di gioco.

 

Alcune foto della partita

 

Tamai - Delta Porto Tolle 1-0

Marcatori: s.t. 5' Sellan.

Tamai
Peresson, Meneghel, Dal Bianco ( 14' s.t. Bozzetto), Colombera, Ursella, Faloppa, Pavan (34' s.t. Kryeziu), Petris, Sellan (41' s.t. Bolzon), Zambon, Furlan F.
A disp. Francescutti, Rigutto, Brustolon, Tuan, Bertoia, Furlan D..
All. De Agostini Stefano

Delta Porto Tolle
Vimercati, Acka, Azzolin, Bargiggia (7' s.t. Conti), Procida, Cammaroto (6' s.t. Guiducci), Laurenti, Capellupo, Pandiani, Lauria, Guccione.
A disp. Del Bino, Dall'Ara, Conti, Guiducci, Politti, Bonaventura, Cinti, Gherardi.
All. Tiozzo Luca.

Note. Ammoniti: Dal Bianco, Ursella, Petris (T); Procida (DPT). Recuperi: p.t. 1'; s.t. 3'. Spettatori: 200 circa. Al 14' minuto rigore per il Delta Porto Tolle calciato da Lauria e parato da Peresson.