Prima squadra

Finisce in pareggio a reti bianche Tamai-Dro.

Alle Furie manca la zampata vincente per sbloccare, il Dro esce indenne dal Comunale.

Prossimo incontro contro la seconda in classifica il Marano il 27-10-2013 alle ore 14:30.

Nel primo tempo il Tamai è più incisivo e cerca di rendersi pericoloso partendo dalle fasce. Furlan il più attivo che arriva sul fondo dalla sinistra più volte mettendo ottimi cross al centro. Uno di questi attraversa lo specchio senza trovare un tap-in vincente, Tomada e Motta in altre occasioni non trovano l'incornata vincente. Motta è protagonista verso la metà del primo tempo di un tiro da punizione che tocca il palo esterno.

Nel secondo tempo le Furie Rosse costringono gli avversari nella loro metà campo che contrattaccano con veloci ripartenze. Il Tamai costruisce gioco che non si concretizza in occasioni limpide. Nei primi minuti Hagan viene anticipato con il pallone che carambola sul palo. Verso la metà del secondo tempo, su calcio d'angolo, Motta all'altezza del primo palo gira alto di testa. Sempre Motta sul finire coglie il secondo palo della partita su punizione.

Furie Rosse che costruiscono ma non trovano la zampata vincente. Un punto che rompe il digiuno che durava ormai da tre partite. Dro squadra ben organizzata che esce indenne dal Comunale.

Tamai

Peressini, Meneghel, Balduit, Ortolan, Scappin, Colombera, Bolzon (33' s.t. Dal Mas), Motta, Tomada, Hagan, Furlan.
A disp. Busicchia, Corazza, Ferramosca, Nardella, Rigutto, Pecile, Conte, Sellan.
All. Birtig.

Dro

Angeli, Scudiero, Calcari, Rama, Adami (1' s.t. Baceda), Santorum, Ruaben, Colpo, Cicuttini, Tisi (42' s.t. Ischia), Marchione (34' s.t. Ajdarovski).
A disp. Bordignon, Chesani, Finotti, La Torre, Bortolotti, Poli.
All. Bandera.

Arbitro e assistenti: Lombardo di Sesto S. Giovanni, Labombarda e Frigo.

Ammoniti: Hagan (T), Santorum (D), Adami (D), Colpo (D).