Polisportiva Tamai  1+15diD (1996/97+2001-2016)

Prima squadraProsegue l'avventura delle Furie Rosse in Coppa Italia. Sacilese-Tamai 5-6 dopo i calci di rigore (2-2 ai tempi regolamentari).

Partita ricca di emozioni quella giocata al Comunale XXV Aprile.
La Sacilese entra in campo concentrata e carica interpretando il primo tempo in modo magistrale.
Subito in gol con Fabbro al primo minuto il quale raccoglie un pallone proveniente dalla sinistra e con uno splendido tiro a scendere da fuori area scavalca Peressini. Dopo pochi minuti (4') Fabbro si ripete, tiro di Spagnoli, respinta di Peressini e facile tap-in per l'attaccante. Terrificante uno due per il Tamai che si vede solo al 16' con un diagonale uscito di poco dalla porta protetta da Bazzicchetto. La Sacilese si impadronisce del gioco e crea altre due nette occasioni che Peressini sventa.

Il secondo tempo inizia con la sostituzione di Furlan per Hagan, Birtig sacrifica la qualità per la capacità di interdizione a centrocampo. La Sacilese continua a produrre gioco e si procura un calcio di rigore per fallo di Bolzon su Grion in area. Sembra fatta per la squadra di casa ma Fabbro dal dischetto si fa prima respingere da Peressini poi sulla ribattuta spara alta la sfera. E' l'azione che rimette in partita il Tamai. Le furie rosse accorciano le distanze dopo due minuti con Conte (16') su mischia. Il Tamai sembra un'altra squadra, alza il ritmo e si impadronisce del gioco. Raggiunge il pareggio con una sfortunata deviazione di Baggio su tiro sempre dell'ex Conte. Sul finire da segnalare un colpo di testa di Fabbro in out su calcio d'angolo.

2-2 ai tempi regolamentari, come da regolamento si passa ai calci di rigore per sancire la vittoria finale. Due gli errori per la Sacilese (Favret, Grion), solo uno per le Furie Rosse (Bolzon). Sacilese che non ha saputo chiudere una partita giocata per un'ora ad alto livello, Tamai che nel momento difficile (primo tempo) ha saputo resistere, cambiare volto (dopo il rigore sbagliato del secondo tempo) e vincere una partita con carattere e buona sorte.

Tamai

Peressini, Ferramosca, Perissinotto, Scappin, Balduit (s.t. Bolzon), Nardella, Petris, Cima, Furlan (s.t. Hagan), Conte, Tomada (s.t. Alba).
A disp. Busicchia, Colombera, Iuri, Meneghel, Rossi, Sellan.
All. Birtig.

Sacilese

Bazzicchetto, Folla, Baggio, Grazzolo, Manucci (s.t. Craviari), Grion, Favret, Beccia, Fracaro (s.t. Boscolo), Fabbro, Spagnoli (s.t. Barichello).
A disp. Berto, Mehmeti, Furlanetto, Peressini, Tocchetto, Paladin.
All: Zironelli.

Arbitro: Bortoluzzi.

Marcatori: p.t. 1' 5' Fabbro; s.t. 12' Fabbro sbaglia rigore, 14' Conte, 26' Baggio (autogol).