In merito alle dichiarazioni rese a mezzo stampa dalla Società Giorgione sul caso ANANE, la S.P. Tamai ritiene sia suo diritto, avendo sempre rispettato i regolamenti vigenti, evidenziare un evidente cambio di anno di nascita "in corsa", che permette al giocatore in questione di ottemperare alla regola dei fuoriquota non avendone diritto, avendo giocato come annata '89 nelle giovanili del Cavolano e in 2^ categoria nella Liventina di Sacile (PN).
E' in ogni caso chiaro che il sig. ANANE RICHARD o non era in regola prima o non lo è oggi.
Fermo restando la presunta buona fede della società Giorgione, si ritiene di aver diritto come tutti gli altri partecipanti al campionato de serie D, ad un torneo regolare, senza "correzioni" che vanno oltretutto a penalizzare tutti i giovani calciatori che ne hanno diritto a pienotitolo (vedi regolare anagrafe). In caso contrario tutti si sentiranno autorizzati alle furbate. Lo sport in generale non ne ha bisogno!